Saul Leiter, 1923-2013

Image

Tre giorni fa è morto Saul Leiter. Mi è sempre stato simpatico perché era uno che non si agitava troppo, lui faceva le sue foto e non gli importava di diventare famoso. Mi era simpatico anche perché fotografava la strada con una certa gentilezza di sguardo. Una delle sue citazioni  più spesso riportate é: “Devo ammettere che non sono un membro della scuola del brutto. Ho grande rispetto per certi aspetti della bellezza anche se per alcuni si tratta di un concetto fuori moda. Ci sono dei fotografi che pensano che fotografando la miseria umana, si stanno occupando di questioni serie. Ma io non penso che l’infelicità sia più profonda della felicità”. Mi era simpatico anche perché é uno dei pochi fotografi che mi farebbero venir voglia di fotografare a colori, se solo non fossi totalmente negata. Vi segnalo il bel documentario che è stato realizzato su di lui l’anno scorso, In no great hurry.

Updated: 4 marzo 2015 — 20:16
Reportage Italia © 2013 Frontier Theme